27.05.2016 | Giacomo Brunoro | Vivere di cultura

VIVERE DI CULTURA

Ci dicono che “con la cultura non si mangia“, eppure.

Che il teatro è un business in costante perdita, eppure.

Che i musei sono quasi vuoti, eppure.

Che ci sono lauree inutili come Lettere, Filosofia, Storia e tutte le lauree umanistiche, eppure.

Che al cinema non ci va quasi più nessuno, eppure.

Che i dischi musicali non si comprano più, eppure.

Che la cultura deve essere per tutti, però se un libro vende tanto vuol dire che è commerciale e quindi scarso, eppure.

Che i libri in Italia non si vendono più, forse è vero che la gente non legge più, eppure.

Eppure in cuor nostro sappiamo che c’è qualcosa di sbagliato in tutto questo.

Qualcosa non torna perché a casa siamo pieni di libri, i nostri smartphone pieni di musica, abbiamo visto centinaia di film e speso settimane a guardare serie tv appassionanti.

E allora, se è vero che nessuno acquista cultura com’è possibile che così tante opere culturali di tutti i generi vengano prodotti ogni anno?

Cosa possiamo definire cultura?

Come è possibile oggi vivere di cultura?

Ne parliamo a Epursimuove con Giacomo Brunoro, laureato in Storia Medievale, autore televisivo, giornalista, scrittore, direttore editoriale di La CASE Books, Presidente di Sugarpulp e Cronicae, consulente di comunicazione e tanto altro:https://zonasansiro.wordpress.com/about/

Tre sfide di Giacomo su cui lavoreremo insieme:

1. Essere professionisti della cultura: come riuscire a far crescere Sugarpulp e altre iniziative in maniera libera dalla politica? È davvero riprovevole vendere il proprio lavoro per tenere in piedi la propria iniziativa culturale?

2. Lavorare nella comunicazione e nella cultura è compatibile con una vita privata “normale” e con la responsabilità di essere un buon genitore?

3. Collaborare sì, ma con chi? Tutti sono esperti di comunicazione e di cultura ma poi mi fido solo del mio gruppo ristretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *